Web Giornale Wolfsburg 
Il portale di informazione per gli Italiani nel Mondo

Home Contatti Redazione

Prima pagina Politica Manifestazioni Servizio Sociale e Legale Notizie del giorno Sport Pubblicità Poesie Indirizzi utili Galleria foto
Web Giornale Wolfsburg

 

 - Sport -

13. NOVEMBRE -2017- 006- 47-ore 23:50-Azzurri fuori dal Mondiale

Clicca per aprire immagine

IL Portale di Informazione per gli Italiani nel Mondo da Wolfsburg/ Germania .

e - mail : m.spano @ webgiornalewolfsburg.info

13. NOVEMBRE -2017- 006- 47-ore 23:50

Azzurri fuori dal Mondiale

L'Italia gioca con il cuore ma non basta a ribaltare l'1-0 dell'andata in Svezia. Nazionale estromessa da Russia 2018

L'Italia gioca con il cuore ma non basta: la Svezia ci fa fuori dal Mondiale

L'Italia non riesce a ribaltare l'1-0 subito in Svezia, nonostante una partita dominata dal primo all'ultimo minuto. Finisce 0-0 con gli azzurri estromessi da Russia 2018

L'Italia non ci sarà al Mondiale di Russia 2018. Gli azzurri, davanti ai 73.000 spettatori del Meazza, non ce l'hanno fatto a ribaltare l'1-0 maturato a Solna e sono dunque fuori dalla manifestazione più importante per le nazionali, a distanza di 60 anni dall'ultima volta quando nello spareggio fu l'Irlanda del Nord ad estrometterci da Svezia '58.

L'Italia ci ha provato fino alla fine contro i modesti svedesi che hanno badato solo a difendersi ma l'hanno fatto con ordine e senza affanni. Gli scandinavi tornano a disputare un Mondiale a distanza di 12 anni, visto che l'ultima loro apparizione fu nel 2006, proprio quando gli azzurri di Lippi si laurevano campioni del Mondo in Germania. Per l'Italia si può parlare di vero e proprio fallimento con Ventura che verrà sollevato dall'incarico. Ora toccherà alla Federazione scegliere un nuovo ct per rilanciare un movimento che ad oggi appare davvero senza idee e molto confuso.

Nel primo tempo l'Italia parte forte e già all'6' va al tiro con Florenzi: la conclusione del giocatore della Roma, però, è debole e si spegne sul fondo. Al 9' l'arbitro spagnolo Lahoz ignora un fallo da rigore di Johansson su Parolo con tutto il Meazza che aveva invocato il penalty. Minuto 13' fallo di mano, involontario, di Darmian: il braccio era largo e dunque ci poteva stare il rigore per la Svezia. Al 16' Jorginho lancia in profondità Immobile che prende l'esterno della rete. Minuto 23' Claesson va al tiro dalla distanza: blocca Buffon. Minuto 27' ecco la prima grande occasione per l'Italia: gran palla di Jorginho per Immobile che la mette in mezzo, nessuno della Svezia interviene con la sfera che giunge a Candreva che va al tiro: palla fuori di pochissimo. Minuto 29' Forsberg prova il filtrante che colpisce il braccio di Barzagli: Lahoz anche in questa circostanza lascia correre. Al 40' Jorginho offre un cioccolatino a Immobile che elude la marcatura dei centrali svedesi e tira con Olsen che la devia quel tanto che basta per permettere a un suo difensore di salvare prima che la palla varchi la linea di porta. Minuto 43', altra grande occasione per l'Italia con Immobile che va al cross per Gabbiadini che viene anticipato di un soffio dai difensori scandinavi. Minuto 44', Gabbiadini la mette morbida in mezzo per Bonucci che svetta di testa ma la palla sorvola la traversa. Minuto 45', altra grandissima occasione per gli azzurri con Florenzi che sfonda in area di rigore e tira di destro: Olsen respinge con i piedi. Poco altruista il giocatore della Roma nella circostanza.

Nella ripresa al 46' Candreva la mette morbida per Darmian che controlla in area di rigore con il petto e viene atterrato con una ginocchiata dal Lustig. L'arbitro Lahoz fischia fallo di mano di Darmian che in realtà non c'è: poteva starci il rigore per l'Italia. Minuto 53' gran cross di Darmian per Florenzi che colpisce in acrobazia di destro: la palla sibila alla sinistra di Olsen. Minuto 58' Immobile fa tutto bene, entra in area di rigore e la mette dietro per Chiellini che va al tiro di destro: bloccato dal portiere svedese. Candreva al 61' prova il tiro di sinistro, deviato da un difensore della Svezia e ottiene solo un calcio d'angolo. Minuto 64' bel cross di Candreva per Immobile che brucia il suo marcatore ma la mette sul fondo. Minuto 66' cross d'esterno di Florenzi con Lustig che rischia un clamoroso autogol: la palla però colpisce la traversa e finisce in angolo. Minuto 77', grande progressione di Chiellini sulla sinistra e palla messa in mezzo per Florenzi che controlla e la mette alta. Al 79' Belotti viene affrontato con le cattive in area di rigore da Granqvist e cade a terra: l'arbitro Lahoz gli fa cenno di rialzarsi e questa volta ha fatto bene. Minuto 83' bel cross di Florenzi per Parolo che va al colpo di testa: para Olsen. Minuto 87' sventola di El Shaarawy e miracolo di Olsen. Minuto 88' Florenzi la mette in mezzo per Parolo che svetta di testa: la palla termina di poco sul fondo. Minuto 91' fallo di mano in area di rigore della Svezia: l'arbitro lascia ancora correre. Minuto 93' Jorginho prova la conclusione da fuori area: palla ancora sul fondo.

#####################################################

Le lacrime di Buffon: "Mi dispiace"

Il portiere azzurro in lacrime dopo la partita che sancisce l'estromissione dai Mondiali di Russia 2018: "Mi dispiace perché abbiamo fallito. E che la mia ultima partita sia un'eliminazione dal Mondiale"

Dispiace non per me, ma perché abbiamo fallito qualcosa che poteva essere davvero importante". È in lacrime Gigi Buffon al termine della partita con la Svezia che elimina l'Italia dai Mondiali di Russia 2018.

"Non ho certo il rammarico di finire, perché il tempo passa ed è giusto così", dice il portiere azzurro, alla suo ultimo match in Nazionale, "Mi spiace che l'ultima mia partita importante sia coincisa con la non qualificazione al mondiale. Non abbiamo sottovalutato niente perché chi gioca queste partite sa cosa vuol dire affrontare queste squadre, recuperare un gol quanto sia dispendioso. Non siamo riusciti ad esprimere il meglio che avremmo voluto fare. Ci è mancata l'energia e la lucidità per fare gol. Alla fine hanno fatto loro una gara come quella dell'andata, è stato uno spareggio deciso per degli episodi, che a loro sono andati bene". Ma non assolve la squadra: "Quando ti va male vuol dire che hai delle colpe. Ventura? Lo sport insegna a perdere e a vincere in gruppo, a dividermi meriti e demeriti, il mister ha le colpe che abbiamo noi".

Sul futuro della Nazionale, Buffon non ha dubbi: "Sicuramente c'è: abbiamo orgoglio, forza, siamo testardi, caparbi e dopo delle brutte cadute troviamo il modo di rialzarci. Lascio una nazionale di ragazzi in gamba che faranno parlare di loro, compresi Donnarumma e Perin, che non mi faranno rimpiangere. Un abbraccio a chi mi ha sostenuto sempre, con chi abbiamo condiviso più di dieci anni".

Italia, Ventura è già il passato: Allegri, Ancelotti, Conte e Mancini si giocano la panchina azzurra

Ventura, tra poche ore, non sarà più il ct dell'Italia. La Figc per sostituirlo sta pensando a 4 allenatori: da Conte a Mancini, passando per Allegri e Ancelotti, che sembra il favorite

13 novembre 2017: Giampiero Ventura è già il passato della nazionale italiana.

Nonostante il contratto rinnovato in agosto, fino al 30 giugno del 2020, l’ex allenatore del Torino sarà sollevato dall’incarico anche perché nell’accordo era presente una clausola che prevedeva la rescissione in caso di mancata qualificazione al Mondiale in Russia. Questa eventualità, remota agli occhi di tutti, è diventata realtà con l’Italia che per la seconda volta nella sua gloriosa storia non parteciperà alla manifestazione più importante per le nazionali. In lizza per sostituire Ventura ci sono 4 allenatori, tutti molto blasonati e con esperienza internazionale: Carlo Ancelotti, Antonio Conte, Roberto Mancini e Massimiliano Allegri, infatti, sono i 4 nomi che circolano insistentemente per la panchina dell’Italia.

Carlo Ancelotti e Massimiliano Allegri sono i due più quotati per il dopo Ventura per diversi motivi. L’ex allenatore del Bayern Monaco attualmente è senza panchina dopo l’esonero dal club tedesco e sarebbe libero di firmare subito per l’Italia. Se la scelta della Federazione ricadesse su di lui sarebbe un chiaro segnale di voler puntare su uno dei tecnici italiani più vincenti in attività per la pronta ricostruzione. Massimiliano Allegri, invece, al momento è saldo al suo timone sulla panchina della Juventus ma a giugno, e dopo 4 anni, potrebbe dire addio ai bianconeri per cercare nuovi stimoli altrove a maggior ragione se dovesse fallire ancora l’appuntamento con la Champions League. Roberto Mancini e Antonio Conte, invece, sembrano indietro rispetto agli altri due per diversi motivi: il primo ha da poco firmato un contratto con i russi dello Zenit San Pietroburgo, anche se non ha mai nascosto, pure recentemente, la sua voglia di allenare un giorno l’Italia. Per quanto concerne Conte, invece, pare difficile rivederlo sulla panchina azzurra visto che ha già diretto la nazionale dal 2014 al 2016, riuscendo ad arrivare fino ai quarti di finale ad Euro 2016.

#################################################

La Svezia condanna l'Italia: niente Mondiale come nel 1958

L'Italia non ce l'ha fatta a superare il playoff contro la Svezia. Gli azzurri, per la seconda volta nella storia, non parteciperanno al Mondiale come nel 1958

“Se dovesse succedere che andiamo al Mondiale, qualche riflessione andrà fatta. Che tipo di riflessione? Qualche riflessione andrà fatta, punto". "Noi siamo l’Italia, se ci qualifichiamo, lo faremo giocando al calcio”. “Questa è l’ora in cui le parole non contano più, ognuno di noi sta vivendo a modo suo una vigilia che rappresenta un bivio fra i più importanti e delicati della nostra storia.

Al pubblico che verrà a sostenerci chiedo solo di arrivare allo stadio con la voglia di saper accettare anche qualche nostro errore: per le critiche o i processi c’è tempo, ma dal novantesimo in poi". Queste sono solo alcune della parole del commissario tecnico Giampiero Ventura e di Gianluigi Buffon, capitano della nazionale, che parlavano così alla vigilia del match di ritorno contro la Svezia.

Purtroppo per loro, però, è successo: l’Italia di Ventura non ce l’ha fatta a superare il playoff contro la Svezia e dunque non parteciperà alla fase finale del Mondiale che si disputerà in Russia. Gli azzurri dopo aver chiuso al secondo posto, dietro la Spagna di Lopetegui, il girone di qualificazione non sono riusciti ad avere la meglio sugli scandinavi che volano così al Mondiale condannandoci ad una cocente eliminazione. L’Italia, infatti, solo in altre due circostanze non ha partecipato alla fase finale di questa competizione: nel 1930, per una scelta politica, e nel 1958, quando fu estromessa dall’Irlanda del Nord nello spareggio disputato proprio nello stesso anno.

A distanza di 60 anni, quindi, una nazionale vincente e blasonata come l’Italia non prenderà parte al Mondiale in Russia come altre nazionali di prestigio quali Olanda e Cile. Ventura sarà sollevato dall’incarico anche perché nel suo contratto, rinnovato ad agosto, era presente una clausola che permetteva alla Federazione di liberarsi da ogni vincolo in caso di mancata qualificazione al Mondiale in Russia. Ora la Figc dovrà trovare un nuovo ct a cui affidare un compito arduo e difficile: ricostruire un movimento che appara in piena crisi.

14/11/2017