Web Giornale Wolfsburg 
Il portale di informazione per gli Italiani nel Mondo

Home Contatti Redazione

Prima pagina Politica Manifestazioni Servizio Sociale e Legale Notizie del giorno Sport Pubblicità Poesie Indirizzi utili Galleria foto
Web Giornale Wolfsburg

 

 - Sport -

04.Giugno-2017- 006- 45-Ronaldo spegne il sogno Juventus: il Real vince la Champions Il Real Madrid batte 4-1 la Juventus

Clicca per aprire immagine

IL Portale di Informazione per gli Italiani nel Mondo da Wolfsburg/ Germania .

e - mail : m.spano @ webgiornalewolfsburg.info

04.Giugno-2017- 006- 45-

Ronaldo spegne il sogno Juventus: il Real vince la Champions

Il Real Madrid batte 4-1 la Juventus e si porta a casa la dodicesima Champions League della sua storia. Per la Juventus settima finale persa

La Juventus di Massimiliano Allegri nulla ha potuto contro lo strapotere tecnico e fisico del Real Madrid di Zinedine Zidane che ha inflitto una pesante sconfitta ai bianconeri, alla settima finale di Champions League persa nella sua storia: record negativo.

Al gol di Cristiano Ronaldo, al 20' del primo tempo, ha risposto Mario Mandzukic, che sentiva aria di derby avendo giocato nell'Atletico Madrid, con un grandissimo gol in semirovesciata dopo un bel controllo di petto. Nella ripresa, però, i blancos sono rientrati in campo con maggior cattiveria rispetto alla Juventus e nel giro di 3 minuti, dal '61 al '64, ha mandato a tappeto la Vecchia Signora grazie al gol da fuori area di Casemiro e al secondo gol di Cristiano Ronaldo su assist al bacio di Luka Modric. Nel finale il gol di Asensio ha arrotondato il risultato in favore degli spagnoli che hanno vinto per 4-1.

La Juventus ha a lungo accarezzato il sogno di poter riportare a Torino la Champions League, a distanza di 21 anni dall'ultima volta, ma sulla sua strada ha trovato un Real Madrid famelico che non ha lasciato nemmeno le briciole per strada, ha vinto la seconda coppa dalle grandi orecchie consecutive, primo club a riuscirci nell'era moderna, e la dodicesima nella sua gloriosa storia. I tantissimi tifosi della Juventus presenti a Cardiff si sono fatti sentire fino alla fine, ma i ragazzi di Allegri hanno smesso di giocare subito dopo il terzo gol incassato dal quel fenomeno che porta la maglia numero 7 delle merengues. CR7, con questa doppietta da urlo, ha segnato dodici gol in tredici partite di Champions ed ha chiuso la sua stagione a quota 42 reti in 46 partite complessive. Il portoghese, tra l'altro, ha fatto segnare un altro record favoloso avendo segnato in tre finali di Champions giocate: solo Alfredo Di Stefano, fuoriclasse del Real Madrid anni '50-'60, era riuscito a fare la stessa cosa ma era un altro calcio e un'altra era. Le merengues tornano a casa con la dodicesima in tasca, mentre è notte fonda per la Juventus che torna a casa con l'ennesima delusione europea della sua storia.

&&

Juventus, la maledizione continua: settima finale di Champions persa

Zinedine Zidane ha dato un grandissimo dispiacere alla sua Juventus. I blancos hanno vinto la dodicesima Champions della loro storia: nessuno come gli spagnoli

La Juventus non è riuscita a rompere la maledizione: i bianconeri hanno perso l’ennesima finale di Champions League della sua sfortunata e poco gloriosa storia in campo europeo

La Vecchia Signora, con quella di questa sera a Cardiff, ha lasciato per strada la settima coppa dalle grande orecchie: nessuno ha fatto peggio dei bianconeri. La Juventus divide questo triste primato con i portoghesi del Benfica: se i bianconeri hanno perso per 7 volte la Champions e una volta la Coppa Uefa/Europa League, i lusitani hanno perso 5 finali di Coppa dei campioni e tre finali di Coppa Uefa/Europa League.

Allegri non è riuscito a riportare a Torino questa benedetta coppa che manca dalla bacheca del club di Corso Galileo Ferraris dal 1996. Di contro, il Real Madrid con questa ennesima vittoria diventa la prima squadra a vincere la Champions League per due anni consecutivi e mette in bacheca la coppa numero 12 della sua storia. I blancos, a differenza della Juventus, hanno perso delle finali di Champions, ma “solo” tre nel 1962, nel 1964 e nel 1981. Ora è tempo solo di fare silenzio, abbassare la testa e meditare: da domani la Vecchia Signora dovrà cercare di ripartire, lavorando duramente, per prepararsi in vista della prossima stagione che, dal punto di vista europeo, dovrà essere per forza di cose quella del rilancio. La Juventus non è salita sul tetto d'Europa anche se tutta l'Italia deve comunque fare i complimenti ad una squadra che ha tenuto alto fino alla fine l'orgoglio nazionale in campo europeo.

&&

Buffon e l'allergia alla Champions: ora pure il Pallone d'Oro si allontana

Buffon ha vinto solo un titolo in campo europeo: la Coppa Uefa con il Parma nel 1998-99. Gigi, con quella di questa sera, ha perso la sua terza finale di Champions

Gianluigi Buffon è in assoluto uno dei portieri più forti della storia del calcio.

All’età di 39 anni, l’estremo difensore della Juventus è ancora uno dei migliori al mondo, insieme al collega del Bayern Monaco Manuel Neuer. Il classe ’78, però, nella sua lunga e gloriosa carriera non è ancora riuscito a mettere nella sua bacheca la Champions League che sta diventando una vera e propria ossessione, anche se lui ha dichiarato più volte di non farne un dramma. Buffon, infatti, non ce l’ha fatta nemmeno al terzo tentativo e come a Manchester del 2003 e a Berlino nel 2015, il capitano della Juventus e della nazionale italiana è rimasto con un pugno di mosche in mano.

La sconfitta contro il Real Madrid fa male perché arriva al termine di una cavalcata quasi trionfale per la Juventus che è la squadra che ha subito meno gol e collezionato più vittorie durante il cammino in Champions. Buffon sognava di emulare un grande ex collega, stimato ed ammirato, come Javier Zanetti che nel 2010, a quasi 37 anni, ha sollevato la Champions League proprio nello stadio della squadra che questa sera ha castigato la Vecchia Signora. A livello di club, dunque, la bacheca di Buffon annovera un solo titolo internazionale: la Coppa Uefa vinta con il Parma nella stagione 1998-99. L’ex portiere del Parma ha le spalle forti e un po’ come tutta la Juventus, già da domani, si metterà in carreggiata per provare l’assalto alla coppa dalla grandi orecchie già nella prossima stagione. Il contratto di Buffon scadrà il 30 giugno del 2018 ma siamo sicuri che l’estremo difensore bianconero, con le giuste motivazioni e se non dovesse vincere la Champions nemmeno nella prossima stagione, potrebbe anche decidere di continuare dopo i Mondiali del 2018 in Russia. Per quanto riguarda il discorso Pallone d’Oro, invece, difficilmente Gigi lo solleverà visto che Cristiano Ronaldo, avendo vinto la Champions proprio contro di lui, diventa il serio candidato alla vittoria finale.

&&&

Zidane, 2 Champions in 2 anni: è lui il vero fuoriclasse del Real Zidane ha vinto la sua terza Champions League in carriera: una da giocatore e due da allenatore. Il francese in 2 anni ha già messo in bacheca 5 titoli

Zinedine Zidane è il vero fuoriclasse del Real Madrid: l'allenatore francese siede sulla panchina dei blancos dalla passata stagione ed è già entrato nella storia essendo stato il primo tecnico a vincere due volte di fila la Champions League nell'era moderna.

Gli spagnoli sono il club più vincente di tutti i tempi, con dodici Champions in bacheca e Zidane ne ha vinte complessivamente 4 considerando l'unica vinta da giocatore le due vinte da allenatore. L'ex fuoriclasse della Juventus ha già vinto 5 titoli al Real e nei prossimi mesi si potrà giocare altri due trofei, la Supercoppa Europea l'8 agosto contro il Manchester United e il Mondiale per club nel mese di dicembre negli Emirati Arabi.

Zidane, dopo tanta gavetta nel club spagnolo, ha avuto la chance di poter allenare la squadra più forte del mondo e l'ha sfruttata alla grandissima visto che ha fatto meglio di allenatori più blasonati del calibro di Carlo Ancelotti e José Mourinho, solo per citarne due che recentemente sono transistati dalle parti di Madrid, anche se l'ex allenatore del Milan ha portato la decima in bacheca del club di Florentino Perez. L'allenatore delle merengues ha dato un grandissimo dispiacere ai suoi ex tifosi che hanno sognato per tutta la stagione di poter riportare a Torino una coppa che manca da 21 anni: Zidane ha spento i sogni di gloria della Vecchia Signora e chissà se i suppoters bianconeri potranno mai perdonarglielo.

06/06/2017