Web Giornale Wolfsburg 
Il portale di informazione per gli Italiani nel Mondo

Home Contatti Redazione

Prima pagina Politica Manifestazioni Servizio Sociale e Legale Notizie del giorno Sport Pubblicità Poesie Indirizzi utili Galleria foto
Web Giornale Wolfsburg

 

 - Notizie del giorno -

26-DICEMBRE -2018- 05. 1030-La Flat tax tradita e dimenticata Ce la hanno sequestrata i Cinque stelle.

Clicca per aprire immagine

IL Portale di Informazione per gli Italiani nel Mondo da Wolfsburg/ Germania .

e - mail : m.spano @ webgiornalewolfsburg.info

26-DICEMBRE -2018- 05. 1030-

La Flat tax tradita e dimenticata

Ce la hanno sequestrata i Cinque stelle. Eppure per mesi ne abbiamo sentito parlare un po' ovunque

Ma voi sapete che fine ha fatto la flat tax? Qui ne abbiamo perse le tracce e stiamo iniziando a preoccuparci.

Siamo a un passo dal rivolgerci all'infallibile Sciarelli perché le dedichi una puntata cult di Chi l'ha visto. Siamo pronti a diramare un dispaccio che venga stampato su tutti i cartoni del latte. Possibile che la tassa piatta sia così piatta da essersi nascosta, acquattata da qualche parte? Eppure per mesi ne abbiamo sentito parlare ovunque, in tv, sui giornali, sui siti d'informazione e sui social network. Ormai Salvini compariva anche negli schermi dei videocitofoni per magnificare i miracolosi effetti della tassazione al 15 per cento.

Altro che un Paese di commissari tecnici, nella scorsa campagna elettorale, su e giù per lo Stivale, deambulavano sessanta milioni di economisti e tributaristi. I libri di Milton Friedman andavano via come il pane, mentre il premio Nobel ormai ballava la tarantella nella tomba per tutte le volte che lo citavano a sproposito. «La tassa unica ovunque sia stata applicata ha ridotto il pagamento delle tasse di tutti e in tre anni ha portato maggiori introiti allo Stato. Così i soldi tornano in circolo e si trasformano in posti di lavoro». Sono parole di Salvini, è il primo febbraio del 2018, ma è una delle tante dichiarazioni che quotidianamente il leader della Lega rilasciava sulla amata tassa.

Insomma, allora, era una manna, la panacea, l'abracadabra capace di sciogliere tutti i nodi del Belpaese.

Poi il nulla. Il vuoto. La rimozione collettiva e l'alzheimer politico. La flat tax è scomparsa dal dizionario dei talk show e, soprattutto, dalle agende dei politici, sbianchettata dai tanti veti grillini. Dal 4 marzo Matteo Salvini, ha parlato di ogni cosa si possa immaginare: dai flussi migratori sullo scacchiere internazionale ai tortellini al ragù di salsiccia (con conseguente dibattito culinario sull'opportunità dell'abbinamento) sulla tavola di casa sua. Ma si è guardato bene dal dire qualcosa di chiaro sulla flat tax. E ora, manovra alla mano, abbiamo capito anche il perché. La flat tax non c'è. Anzi è diventata una fat tax. È ingrassata. La mole del Fisco invece di diminuire è aumentata, pompata dal folle statalismo pentastellato. La flat tax ce la hanno sequestrata i Cinque stelle e ormai abbiamo perso pure la speranza di trovarla sotto l'albero di Natale. Ci hanno preso per i fondelli. Ancora una volta.

26/12/2018