Web Giornale Wolfsburg 
Il portale di informazione per gli Italiani nel Mondo

Home Contatti Redazione

Prima pagina Politica Manifestazioni Servizio Sociale e Legale Notizie del giorno Sport Pubblicità Poesie Indirizzi utili Galleria foto
Web Giornale Wolfsburg

 

 - Politica -

23.Maggio -2019- 02- 2547-Berlusconi: Dopo il voto europeo vediamo chi fa il regista

Clicca per aprire immagine

IL Portale di Informazione per gli Italiani nel Mondo da Wolfsburg/ Germania .

e - mail : m.spano @ webgiornalewolfsburg.info

23.Maggio -2019- 02- 2547-

Berlusconi: "Dopo il voto europeo vediamo chi fa il regista"

Berlusconi si prepara al dopo voto: "Credo che il governo cadrà se i Cinque Stelle avranno un insuccesso e al tempo stesso Forza Italia avrà invece un buon risultato"

"Prima dobbiamo vedere i risultati delle elezioni, poi decideremo chi sarà il regista. Certo è che il centrodestra può vincere soltanto se rimane unito".

Silvio Berlusconi guarda con attenziona al voto di domenica.

Una consultazione, quella per le Europee, che può cambiare anche le sorti dell'Italia. "Credo che il governo cadrà se i Cinque Stelle avranno un insuccesso e al tempo stesso Forza Italia avrà invece un buon risultato", dice il Cavaliere al Corriere della Sera, "Però una cosa è certa: questo governo non può andare avanti, in Europa abbiamo la maglia nera per gli investimenti e lo sviluppo. Gli italiani lo hanno capito, per questo diano un voto al centrodestra che può dare vita a un nuovo governo e pensare alle urgenze come quelle di abbassare le tasse. Fino ad ora non abbiamo trovato neanche un dirigente della Lega, anche molto vicino a Salvini, che si sia dichiarato disponibile a proseguire questa alleanza con i Cinque Stelle. Mi sembra normale".

Poi, a Radio Anch'io, ha ribadito l'imporanza del voto utile: "Spero che il centrodestra unito possa così andare a nuove elezioni", ha spiegato l'ex premier, "Immagino che il Capo dello Stato interverrebbe fissandole per settembre. Salvini e Meloni non condividono questa ide. Sono solo chiacchiere elettorali. Meloni è fuori dalla realtà perchè pensa ad un'alleanza vincente fra la Lega e FdI: abbiamo però visto in tutte le elezioni che il centrodestra ha vinto solo dove era unito.

Anche la lealtà che Matteo Salvini proclama verso il contratto di governo secondo Berlusconi "è solo un'affermazione elettorale". "Quell'accordo è stato firmato dopo quello che la Lega ha siglato con il centrodestra e che ha presentato agli elettori alle politiche del 2018 e che è antitetico a quello firmato con Di Maio", sottolinea il leader di Forza Italia, "Tutti i dirigenti della Lega che sono attorno a Salvini, a cominciare dal sottosegretario Giorgetti, dicono che non si può andare avanti così".

Nel pomeriggio Berlusconi è andato a Torino per un'iniziativa elettorale ed è tornata a strigliare Giorgia Meloni: "Un'alleanza Lega e Fratelli d'Italia non raggiungerebbe mai i numeri per essere maggioranza quindi chi vota FdI significa che vuole dare spazio a un governo di sinistra che sarebbe un incubo, cioè 5stelle con Pd", ha spiegato, "L'unico voto realmente per la chiarezza e la fedeltà ai programmi è Silvio Berlusconi e Forza Italia".

23/05/2019